07/06/12

LA STORIA DI VERA


L'incredibile miglioramento dopo sole due settimane di gesso del dottor Monforte.


Noemi è la mamma della piccola Vera, una bella bambina di quasi 6 mesi nata con il piede sinistro torto. La bimba è stata curata a Genova per due mesi e mezzo senza successo, per poi risolvere il problema in un paio di settimane grazie alla corretta applicazione del metodo Ponseti da parte del dottor Monforte.

Noemi si presenta al gruppo di Facebook Piede torto congenito alla fine di febbraio:

Buongiorno a tutte! Non ho mai scritto, perchè ho fatto la richiesta per entrare solo qualche giorno fa. Vi saluto e vi ringrazio per avermi accettata. Oggi la mia piccola bimba, che si chiama Vera e ha due mesi, ha avuto l'intervento al tendine. Ho avuto una paura incredibile, ma ora sono felice! Vi abbraccio tutte, Noemi

Le hanno detto che il metodo seguito è il Ponseti, ma Noemi nota alcune cose che non vanno: alcuni gessi li fa un medico molto sgarbato e la bambina pare non gradire affatto le sue cure...

Vera piangeva come una disperata quando le faceva lui le manipolazioni... una volta mi sono spaventata perché dopo aveva i piedi viola e gonfissimi, ma quando sono andata in sala gessi per farglieli vedere mi ha cacciato in malo modo.

Poi ci sono dei problemi con il gesso post-tenotomia...

Siamo riusciti ad anticipare la rimozione del gesso di una settimana, perché le sta stretto: ha tutto il contorno della coscia arrossato e spesso piange in modo inconsolabile ed è una cosa che non ha mai fatto. Mercoledì andiamo, e speriamo di poter già iniziare con il tutore: non ne posso più di gessi!

Col tutore, però, va anche peggio...


Ditemi che anche i vostri figli appena messo il tutore strillavano come aquile.... Mamma mia, sono disperata! Piange fino a farsi mancare il fiato e senza tregua, con dei lacrimoni enormi. Mi si spezza il cuore. E pensare che ero così contenta di togliere il gesso!
Ho un dubbio atroce: ho visto piedini torti di altri bimbi all'ospedale e sono completamente diversi da quello di mia figlia! Primo è di due misure più piccino, tanto che mi hanno dato una scarpetta del tutore taglia 1 e l'altra doppio zero, non ha il tallone e le dita sono stranissime. Sembra un cotechino, non ha caviglia né ginocchio. Il piedino dovrebbe stare nella scarpe di modo che il tallone si veda dai buchi, ma il suo è molto più su e non si vede proprio! Poi è talmente rotondo e senza caviglia che se lo sfila.

Oggi il tutore me lo ha messo una dottoressa, ma lo ha messo proprio male, infatti appena uscita l'ho tolto e rimesso io: il calzino aveva le pieghe e il piedino era già sgusciato fuori. Poi le ho chiesto alcuni chiarimenti sulle dita e la mancanza del tallone e lei mi ha semplicemente risposto: "Lei è un medico? Mammina, è un piede torto!". Insomma, come a dire che il piede torto rimane così.
Le altre mamme del gruppo cominciano a preoccuparsi: che un piede torto corretto debba essere senza caviglia, senza tallone, molto più corto non è affatto normale! In genere la differenza c'è ma è minima. C'è chi ha avuto esperienze simili: il piede era senza tallone e il medico diceva che sarebbe sceso in seguito, invece hanno dovuto ricominciare da capo da un'altra parte.

I dubbi di Noemi si fanno più forti, eppure ben tre medici hanno visto il piede dopo la tenotomia e nessuno ha notato nulla di strano: possibile?
Noemi fa il bagnetto alla bambina e pubblica le foto dei piedini: ha proprio ragione, quello torto sembra più un cotechino che un piede!

 



Le mamme commentano sconvolte:

Non posso crederci, giuro mi viene da piangere.

Sono incredula! Ma siamo sicuri che è un piede torto? Mai vista una cosa del genere!!!

Non ci credo! Ma con quale coraggio insinuano che questo piedino sia corretto!

È meglio che il piedino venga visto da un medico accreditato!

Non voglio allarmarti, anche perché non sono un medico... ma secondo me è un piedino bello tortino... che necessita cure di mani SICURE ed ESPERTE....

Per il piedino credo sia utile un altro parere medico come dicono le mie amiche! Quando passammo noi al tutore il piede era completamente corretto.

...e così via. Inoltre diverse mamme riconoscono in quello di Vera un piede torto atipico, che necessita di particolari attenzioni per essere curato con successo. Tutte concordano che, per la propria esperienza, quel piede non sia corretto né tantomeno pronto per il tutore.

Noemi accetta il consiglio del gruppo e invia una mail al dottor Monforte, con tanto di foto del "cotechino". Con sua grande sorpresa, la risposta arriva dopo soli 5 minuti: il piede appare non corretto ed è bene che venga visitato al più presto. Inoltre il dottore le dice nel frattempo di togliere il tutore alla bambina, che chiaramente non lo tollerava e piangeva disperata.

Buongiorno a tutti! la mia stellina, tolto il tutore, sembra un'altra bimba: mangia e dorme e parlotta felice come una pasqua! Il piede però le fa palesemente male: appena glielo sfiori inizia a piangere e ovviamente a Milano dovranno toccarglielo... Sudo già freddo!

Nel frattempo, Noemi aveva scritto anche al medico che aveva operato la bimba e ad altri due colleghi dell'ospedale.

Il primo le risponde in modo sconcertante:

Gent.ma signora,
ho visto le foto; stia serena direi che non ci sono problemi di rilievo, capita che il piede torto dopo la rimozione dei gessi e l'intervento possa avere l'aspetto di quello della Vera.
Vedrà che nei prossimi mesi cambierà aspetto.
Qualche giorno prima del prossimo controllo che vi hanno programmato mi scriva una email sulla posta dell'ospedale così vedo di veder io la bimba.
Saluti

Quindi per lui la bimba poteva aspettare tranquillamente due mesi in quelle condizioni, e soprattutto è normale che una bimba al posto del piede abbia un cotechino gonfio e dolorante!

Il secondo collega invece ammette più onestamente di avere delle "perplessità" e chiede di vedere la bimba la settimana seguente in ospedale, ma Noemi ormai intende rivolgersi al Buzzi, dopo quello che è successo. Si sente rispondere che purtroppo sono cose che capitano: il piede torto non va sempre a posto "alla prima"! Come se lei si fosse lamentata dei troppi tentativi e non dell'esatto contrario, e la bimba non fosse stata mandata a casa in quello stato pietoso.

Il terzo medico, che pure aveva partecipato all'applicazione dei gessi, non ha mai risposto.

Noemi prende appuntamento al Buzzi per la settimana seguente. Il giorno prima scrive...

Preparo le valigie, pronta a partire. Ho lasciato un po' di spazio... ci metto la voglia, il desiderio, la speranza che tutto vada a posto al più presto. Domani si parte per Milano e sono piena di felicità, ansia e tristezza allo stesso tempo.

Il giorno dopo, la visita conferma le impressioni dei genitori del gruppo...

Valutazione clinica: piede torto atipico iatrogeno con alluce iperesteso, piede cavo con solco plantare mediale, dorsiflessione neutra. Si applica gesso correttivo per piede atipico.

Iniziano le cure...
Eccomi ragazze! Il gesso di Monforte è indubbiamente diverso da quello fatto a Genova. Mi ha fatto uno stivaletto corto corto più rigido. Poi ha aggiunto il pezzo sopra più largo e comodo :)
Dice che il piede non è corretto, ma che DOVREBBE RIUSCIRE a sistemarlo. Mi ha fatto il gesso sotto flesso di modo che quelle brutte pieghe si distendano e sta cercando di sistemare le ditine. Speriamo in bene!

A Vera sono applicati due gessi e dopo solo un paio di settimane...

Mia figlia ha un piedeeeeee!!!! Non è più un cotechino!!!! Vi ringrazio tutti!!!!

Queste sono scattate al volo perchè non sapevo se mi rifaceva il gesso. Ma ve lo ricordate solo un paio di settimane fa?  :)
Calcolate che nelle foto aveva il piede ancora gonfio di gesso, eppure il miglioramento è evidente....


Ed eccola dopo un bel bagnetto...




Chissà perché con il piedino CORRETTO da Monforte, il tutore lo mia bimba lo sopporta benissimo... sembra non lo abbia nemmeno!

Ora Vera e Noemi sono serene e tutto va per il meglio. Un ringraziamento speciale al gruppo:

Devo ringraziare voi se il piede di mia figlia andrà veramente a posto! Grazie a tutti, davvero: senza di voi sarei ancora qui a veder piangere la mia bimba. Siete la cosa migliore che potesse capitarmi in un periodo come questo. Grazie.

Alle mamme che stanno affrontando questo percorso vuole dire una cosa:

Se avete dei dubbi, non esitate a sentire un'altra campana: anche io volevo a tutti i costi credere che la mia bimba fosse in buone mani, ma se non avessi ascoltato i consigli delle altre mamme, che ne sarebbe stato di Vera e della sua salute?



Per confrontarsi con altri genitori su questi argomenti:

GRUPPO DI FB Piede torto congenito
GRUPPO DI FB Piede torto congenito metodo Ponseti
GRUPPO DI FB Adulti e ragazzi con il piede torto
GRUPPO DI YAHOO Piede_torto_possibili_terapie
Non chiediamo soldi, solo di aiutarci con la vostra firma. Per firmare non è necessario fare donazioni (i soldi comunque non vanno a noi, ma al sito che ospita la petizione).