24/06/12

TROVATE IL PIEDE TORTO, SE CI RIUSCITE!



Questi due gemellini hanno 6 mesi ed uno è nato con piede torto bilaterale. Riuscite a capire quale? No, vero? Si riconosce solo dai cerottini che mamma Silvia gli ha messo per proteggere la pelle delicata del bambino dal cinturino del tutore.


La loro storia inizia durante la gravidanza...
Quando durante l'ecografia ci hanno detto che erano due bimbi ne eravamo felicissimi... poi però ci hanno dato pochissime speranze per Valerio, che era piccolissimo e aveva poco liquido. Quindi quando ai controlli successivi ci hanno detto che invece stava bene e che aveva "solo" il piede torto, non eravamo felici... non stavamo proprio nella pelle dalla gioia! Essendo un problema risolvibilissimo, era l'ultimo dei nostri pensieri.

I bambini sono nati prematuri di un mese e mezzo, e Valerio ha passato venti giorni nell'incubatrice. Una volta a casa per i gessi si deve aspettare finché non si raggiunge un peso adeguato, e quando Valerio ha un mese, finalmente si comincia.

Silvia porta il bambino in un ospedale di Roma molto rinomato per la cura del ptc, ma le cose non vanno esattamente come previsto...

Dopo quattro gessi gli è stato messo il tutore Alfa-flex per 23 ore al giorno, ma il bimbo si lamentava sempre, forse perché era stato applicato troppo presto e il piede non era completamente corretto.
Si disperava a tal punto che una notte si è ferito dietro al calcagno del piede più grave ed è riuscito a toglierselo da solo! Abbiamo chiesto alla dottoressa che lo seguiva, ma l'unica soluzione da lei adottata è stata di imbottire meglio le scarpine.
La situazione non migliorava, Vale continuava a disperarsi e noi non riuscivamo a mettergli il tutore, quindi ci siamo iscritti al gruppo di yahoo Piede torto possibili terapie e abbiamo chiesto consiglio. 

Gli altri genitori del gruppo ci hanno fornito i contatti del dott. Bellini e lo abbiamo incontrato: Valerio ha dovuto mettere un nuovo gessetto (era un mese che stava senza tutore) e poi ha cominciato con il tutore Mitchell.
Da allora siamo rinati e non ci sembra vero! Ci siamo trovati meglio perché le scarpe del Mitchell sono più alte, tengono meglio il piede e provocano pochi sfregamenti. Tra l'altro è costato all'Asl molto meno (500 euro contro 1200 dell'Alfa-flex).
Ora sono due mesi che lo porta, ma a breve passeremo già a indossarlo solo la notte, perché fortunatamente la sua è una forma leggera.
Insomma abbiamo perso solo pochi mesi, abbiamo recuperato alla svelta e i piedini li vedete: come quelli del gemello!


Per confrontarsi con altri genitori su questi argomenti:

GRUPPO DI FB Piede torto congenito
GRUPPO DI FB Piede torto congenito metodo Ponseti
GRUPPO DI FB Adulti e ragazzi con il piede torto
GRUPPO DI YAHOO Piede_torto_possibili_terapie
Non chiediamo soldi, solo di aiutarci con la vostra firma. Per firmare non è necessario fare donazioni (i soldi comunque non vanno a noi, ma al sito che ospita la petizione).