04/12/11

DORMIRE CON IL TUTORE


I nostri bambini in genere si abituano abbastanza bene al tutore, trovando le posizioni più strane e buffe per addormentarsi. Il mio Giovanni ci ha dormito da subito 12 ore di seguito, senza svegliarsi!

Qualcuno però fa più fatica, non riesce a mettersi sul fianco o a girarsi durante il sonno, si "incastra" nelle coperte o nelle sbarre del lettino, e quindi si sveglia di continuo.

Inoltre, se alcuni eroici genitori resistono, i più devono rinunciano a tenere il bambino nel lettone (chi ha ricevuto un colpo di tutore nello stomaco sa perché); questo però non è necessariamente un male, almeno secondo l'opinione dei pediatri che consigliano di mettere presto i bimbi a dormire da soli nel loro lettino.

Premesso che il tutore è l'unico strumento efficace per ridurre al minimo il rischio di recidiva, nuovi gessi o anche operazioni, e dunque NON VA ASSOLUTAMENTE TOLTO, come possiamo aiutare i nostri bambini a dormire più comodamente?


DORMIRE SUL FIANCO:

Dormire a pancia in su come sono costretti i nostri bambini riduce della metà le morti in culla, ma può essere fastidioso per i bimbi più grandi, e può determinare plagiocefalìa (testa piatta, anche storta). Per questo può essere necessario aiutare il bambino a dormire sul fianco. 

Le mamme si ingegnano per aiutare i loro bambini infilando cuscini tra le scarpe:




Nella foto vedete la soluzione trovata da Judy, una mamma del gruppo americano di Yahoo Nosurgery4clubfoot: ha riciclato il separatore per le ginocchia che utilizzava in gravidanza per dormire.
Che idea geniale!


STARE AL CALDO

Un problema comune è quello di lenzuola e coperte che si arrotolano, si incastrano sulla barra, vengono calciate via, ecc. In realtà l'insofferenza alle coperte è tipica di tutti i bambini, e si risolve facilmente utilizzando un sacconanna. 
Fate attenzione che sia abbastanza largo: della linea Black Robin esiste anche un sacconanna più largo del normale, ma di solito vanno benissimo i comuni prodotti in commercio (Kiabi, Ikea, Grobag, ecc).

Per i bimbi più grandi si possono fabbricare facilmente sacchinanna colorati ed economici con scampoli di trapunta o di pile.

In alternativa si può utilizzare un pigiamone pesante (ad esempio di pile) e coprire i sandalini con babbucce imbottite o di lana, oppure calzine antiscivolo tagliate sul tallone (per infilare la barra) e rifinite con un orlino.






Per confrontarsi con altri genitori su questi argomenti:

GRUPPO DI FB Piede torto congenito
GRUPPO DI FB Piede torto congenito metodo Ponseti
GRUPPO DI FB Adulti e ragazzi con il piede torto
GRUPPO DI YAHOO Piede_torto_possibili_terapie
Non chiediamo soldi, solo di aiutarci con la vostra firma. Per firmare non è necessario fare donazioni (i soldi comunque non vanno a noi, ma al sito che ospita la petizione).